per il tuo annuncio su questo sito contatta:
modulo contatto


Web Stuff Container

\\Home Page

Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. Voltaire

I commenti sono moderati, causa spam, i commenti ritenuti troppo volgari, di cattiva educazione o lesivi alla persona, saranno cancellati.
ago27gio

di: GPonGP (del 27/08/2020 @ 10:54:16, in Finale Emilia, linkato 165 volte)
Voti: 3 Media: 8.7 (Entra nell'articolo per dare il tuo voto!)



C'era desiderio di cambiamento, dopo le vicessitudini giudiziarie di quegli anni post terremoto, che avevano indagato sulla allora Amministrazione al governo di Finale Emilia, che questo territorio si è spostato a destra, politicamente parlando, dando fiducia ad un programma di rinnovamento che in realtà è rimasto tale solo nei proclami in esso contenuti.

E' stato semplice, come raccontare le favole ai bambini per ingannarli o raccontarle ai grandi per consolarli, ma poi, giunge per tutti, anche per quei vincitori, il tempo di "tirare le somme" per elencare i risultati raggiunti ... Continua a leggere...


lug12dom

Voti: 4 Media: 8.5 (Entra nell'articolo per dare il tuo voto!)



A Finale Emilia…c’è di più, lo so e ne sono convinto!

“sei di Finale Emilia se…, Finale Emilia si confronta, Finale Emilia gruppo pubblico, oltre che agli equivalenti gruppi del territorio, possono essere protagonisti.

Oltre ai “battibecchi” tra i vari gruppi social, di diverse fazioni politiche, di idee o di semplice presa di posizione, c’è un fattore comune che unisce tutti, c’è il desiderio di Finale.

Non è semplice concretizzarlo, non è semplice realizzare un progetto globale che soddisfi tutti, che preveda fondi disponibili per realizzarlo e tempi certi per farlo, ma da qualche parte occorre partire!

Io, nel mio piccolo, desidero partire da qualcosa di fattibile, il monumento ai caduti, anche noto come fontana, o girotonda di piazza Baccarini.

Facciamo tornare a splendere la nostra fontana, ri-accendiamola tutti insieme!
Con la generosità e, anche l'amore verso il propria territorio, che contraddistingue i finalesi, dovunque essi si trovino.

La Regione ER, (con ordinanza n. 27 del 13 novembre 2017, Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012,) disponeva di euro 40.000 per l’intervento di ripristino, altri euretti…probabilmente sono stai raccolti con l’art bonus, misura agevolativa sotto forma di credito di imposta, introdotta dall'art.1 dal D.L.n. 83/2014, per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. E' la norma destinata a promuovere la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo attraverso la partecipazione attiva di tutti i cittadini e delle imprese.
Allo stato dell'arte e della presente scrittura, non mi è dato conoscere se questi fondi sono disponibili, ma sono certo che i Finalesi tutti, possono realizzare questo piccolo risultato di progetto, con una piccola donazione.

In attesa di realizzare una associazione, un comitato, rendo comunque disponibili due canali, per chi desidera partecipare:

Bonifico o ricarica poste pay evolution:
IBAN: IT97T3608105138231879131880

Ricarica poste pay standard
4023 6009 2805 4602

Chi desidera partecipare, oltre ad un piccolo contributo da rendere ai circuiti sopra resi disponibili, riceverà ricevuta e visibilità, se lo desidera, tramite lista che sarà resa diponibile, sui social o su canale dedicato del sito, scrivendo una e-mail a gp@gpongp.it dichiarando la propria decisione di privacy. La raccolta fondi sarà comunque resa disponibile sul canale social o sul sito. Puoi fare la tua donazione tramite bonifico, on line tramite la tua home banking, oppure nelle ricevitorie Sisal/Lottomatica….nei tabaccai…per intenderci rendendo disponibile tessera del tuo codice fiscale.

Io, nel mio piccolo partecipo rendendo immediatamente disponibili alle coordinate sopra citare, euro 200.


lug06lun

di: GPonGP (del 06/07/2020 @ 13:22:39, in Finale Emilia, linkato 197 volte)
Voti: 2 Media: 9 (Entra nell'articolo per dare il tuo voto!)



Ma se io avessi previsto tutto questo, dati cause e pretesto, le attuali conclusioni,..
(cit. "avvelenata" - Guccini - album Via Paolo Fabbri 43 - 1976)

Leggo che, (con delibera di Giunta datata 02 luglio 2020), si autorizza la demolizione dello stabile, "ex scuole medie" di Finale Emilia, al fine della "riqualificazione dell'area, avviare un processo organico di rigenerazione urbana finalizzato agli obiettivi della sostenibilità ambientale, della coesione sociale e dello sviluppo locale del nuovo spazio pubblico con servizi e attrezzature come fattore d'innesco di una strategia progressiva di messa in sostenibilità della città esistente".

Preso atto che non risulta molto chiaro quanto hanno scritto, ricevo per fortuna chiarimenti, da chi come me non è escluso dalla conoscenza delle risposte, ossia bannato, dal nostro Sindaco, il quale dice che l'edificio delle ex scuole medie, non è agibile, la ristrutturazione sarebbe esosa in termini di risorse economiche, quindi al posto della struttura è preferibile realizzare un giardino e posti auto a sostegno del centro storico, enfatizzare l'area ex convento Santa Chiara.

Qualcuno, ha fatto presente che quell'edificio è agibile, ma il punto non è questo, piuttosto il solito e sempre assente, visione d'insieme per Finale.

Se ci fosse una idea generale, quale ad esempio la qualificazione del contenitore e contenuto delle ex scuole elementari lì adiacenti, come ad esempio spazi per atelier artistici, fab-lab creativi per la produzione di eventi continuativi di attrazione, verso il territorio che si propone in un ambito di valorizzazione di percorsi creativi, culturali e turistici dentro politiche regionali.

Se ci fosse consapevolezza che questo polo innovativo, è adiacente ad un magnifico e vero centro storico finalese, che sfocia su via Trento Trieste, i cui portici delimitati da una fontana illuminata da una parte ed un castello altrettanto attrattivo, potrebbero essere pieni di piccoli bistrot, botteghe storiche ed artigianali.

Se si capisse che poi si può proseguire verso una piazza ristrutturata,(senza fiumicello), per lo shopping a cielo aperto, come un piccolo outlet non solo di capi per abbigliamento.

Se si riuscisse ad ampliare la propria vision e immaginare che si potrebbe proseguire fino alla torre dell'acquedotto, dove prendere una bici per una breve escursione sull'argine o scendere sul fiume per una passeggiata, dove poi riprendere dal quartiere cappuccini, la direzione verso quei magnifici giardini a forma di cuore ed infine far rientro verso il punto di partenza di questo percorso.

Bhè allora, in questo contesto, una demolizione di quell'edificio per realizzare ed aumentare la capacità di parcheggio giardino, assumerebbe anche una valenza accettabile, ma, senza una visione di insieme e per soli principi economici di cassa non lo trovo elegante, propositivo o progettuale, anzi lo trovo assai squallido.


giu30mar

di: GPonGP (del 30/06/2020 @ 11:39:58, in Finale Emilia, linkato 173 volte)
Voti: 1 Media: 9 (Entra nell'articolo per dare il tuo voto!)



In questi giorni, in questa nostra Finale, è andato in scena un acceso dibattito sul degrado in cui verte la Stazione degli autobus, al punto che il nostro Sindaco, con altri volontari civici con cariche nell'attuale amministrazione, si è prodigato nel renderla, almeno apparentemente, decorosa in termini di pulizia, tramite un buon lavoro di volontariato cittadino.

Fin qui, nulla di strano, un amministratore che dà il buon esempio!

Cosa strana, è che questa operazione di pulizia avvenga, casualmente, solo a seguito di un accorato diniego e di falsa attestazione delle stato del luogo, dal Sindaco stesso diffuso, oltre che dallo stesso aver "sbugiardato" una concittadina che ha sollevato il problema del decoro del luogo.

A parte il fatto che c'è una seria problematica di stile nelle comunicazioni del Sindaco, c'è anche il fatto che questo modo di operare solleva qualche dubbio sulla veridicità di quanto il Sindaco afferma.

Per farla breve, il Sindaco ci ha mostrato di avere una " gran bella ramazza", ma ci vuole ben altro per rendere decoro a questa Finale e serve ben altro per governare questo territorio.


giu26ven

di: GPonGP (del 26/06/2020 @ 13:53:11, in Finale Emilia, linkato 130 volte)
Voti: 1 Media: 9 (Entra nell'articolo per dare il tuo voto!)



Ogni tanto, torna alla ribalta la comunicazione, come argomento, nelle varie pagine o profili individuali, di un noto social network, inerenti a Finale Emilia.
Facciamo un poco di chiarezza, e, diciamolo da subito, la comunicazione è una cosa seria!

La comunicazione, sia in ambito quotidiano e personale, sia in ambito pubblicitario e delle pubbliche relazioni, ha diverse finalità, ma comporta sempre la presenza di un'interazione tra soggetti diversi.

Chi si fa promotore di una comunicazione, si suppone debba avere una certa credibilità, nell'ambito del pubblico cui vuole destinarla, utilizza pertanto la persuasione per far in modo che il messaggio venga accolto favorevolmente, (anche ricorrendo al meccanismo della distorsione cognitiva, come fanno gli esperti del marketing).

Altro aspetto della comunicazione è la "affiliazione" ossia chi emette un messaggio ha una "forte presa" sui destinatari, se viene percepito come "uno di loro".

Per farla semplice, la comunicazione è una forma di interazione sociale, attraverso la quale, più soggetti dotati di intenzionalità comunicativa, condividono significati o sentimenti attraverso un canale o mezzo di diffusione. Ma è solo attraverso un codice condiviso comune che possono essere interpretati ed accolti.

Esattamente quello che accade quando si interagisce con il profilo istituzionale del social network del nostro comune.!!!!!